Come avere denti bianchi: 5 metodi infallibili

Avere i denti bianchi è il sogno di tutti e non è poi così irraggiungibile come si crede, basta fare attenzione a questi cinque passaggi.

1. Prevenire è meglio che curare

“Inutile piangere sul latte versato”, recita un famoso detto, ed è vero. “Niente premia più della costanza”, recita un altro detto, e anche questo è vero.

Perché vi diciamo ciò? Perché troppo spesso vengono da noi clienti ossessionati dal bianco dei denti ma che ignorano, volutamente e non, quelle regole di base che li aiuterebbero ad ottenere ciò che vogliono senza dover ricorrere a trattamenti costosi.

Quindi il primo passo per denti bianchi è sicuramente una corretta e soprattutto costante igiene orale. Lavate i denti tutti i giorni, più volte al giorno, con lo spazzolino adatto a voi, un dentifricio non troppo aggressivo e non dimenticate collutorio e filo interdentale.

2. Alimenti e bevande da ingerire con parsimonia

Le bevande zuccherate, i cibi molto acidi, bevande come il tè e il caffè, sono fra le prime cause dell’erosione dentale e dell’accumulo della placca che, come sappiamo, porta alla formazione del tartaro. Questo, oltre ad essere esteticamente piuttosto sgradevole, ha come controindicazione il favorire la comparsa delle tanto odiate carie. Inoltre, questi accumuli sulla superficie del dente, attaccano lo smalto e possono ingiallire la dentatura.

3. Le abitudini da evitare

Anche alcune abitudini possono inficiare sul bianco dei denti, uno su tutti è il fumo. Oltre ad essere un danno per i polmoni, per i tessuti del cavo orale, essere cancerogeno e così via, il fumo ingiallisce i denti, spesso anche le gengive, la bocca, persino le dita e i baffi negli uomini.

4. Occhio ai farmaci

Anche alcuni farmaci possono causare macchie: alcuni antistaminici ad esempio, alcuni farmaci per la pressione e antipsicotici. Persino alcuni collutori, in particolare quelli antibatterici che contengono clorexidina o eccessi di fluoro, possono macchiare la dentatura.

5. Lo sbiancamento

In alcuni casi l’ingiallimento è così avanzato da non poter essere risolto in maniera autonoma, in questi casi, rivolgetevi al dentista per valutare uno sbiancamento.